“L’Esclusa” di Pirandello da Zo

Domenica 2 dicembre da Zo Centro Culture Contemporanee va in scena "L'Esclusa" di L. Pirandello, riduzione, adattamento e regia di Salvatore Guglielmino.

La riduzione e l’adattamento in opera teatrale de "L'esclusa", mette in evidenza la finta apparente diversità di relazione tra la protagonista “Marta Ayala”, il marito (Rocco Pentagora), il padre (Francesco Ayala) e il presunto amante (Gregorio Alvignani).
La stessa scelta registica di affidare ad un unico interprete i ruoli maschili ci indica come essi siano simili, e come “il fatto accaduto” li schiacci tutti allo stesso modo, come un macigno, anche quando questo è inconsistente.
In una società maschilista è sempre l’uomo a decidere anche per le donne.
Marta si ribella a tutto ciò e continua a lottare, non per orgoglio ma per dignità.
in questa versione anche il rapporto madre – figlia sarà centrale durante tutta la vita per entrambe le donne e sarà significativo per ogni rapporto che la figlia ha ed avrà nella sua vita.
Una visione più contemporanea dell’opera originale.

SINOSSI
Marta Ajala viene sorpresa dal marito Rocco Pentagora mentre sta leggendo una lettera d'amore che le aveva scritto un giovane del paese, Gregorio Alvignani, e per questo viene cacciata ingiustamente di casa, poichè Marta non aveva mai avuto rapporti con il mittente.
Il padre di Marta, Francesco Ajala, per il dolore e l'umiliazione si rinchiude in se stesso, abbandona gli affari e nel giro di qualche settimana muore.
Marta vince un concorso per insegnare nel collegio che lei stessa aveva frequentato da ragazza, ma non può prenderne possesso per le chiacchiere della gente.
Per intervento di Gregorio Alvignani, che nel frattempo era diventato senatore, Marta ottiene un posto in un collegio di Palermo.
A Palermo incontra l'Alvignani, dal quale Marta si fa sedurre.
È una nuova situazione per entrambi, di fronte alla quale l'Alvignani si sente impreparato e timoroso di perdere non soltanto la reputazione ma anche la condizione sociale e politica che si è costruito.
Rocco ama ancora Marta e le chiede di ritornare a casa a vivere con lui, ma una cosa complica la situazione: la donna aspetta un bambino.
Alvignani, non sapendo della condizione di Marta, la spinge fra le braccia del marito.
Solo quando scopre la verità, e sente di amarla, le chiede di seguirlo a Roma.
Ella non più innocente,continuerà, da sola, a lottare e a vincere in qualche modo.
Forse, questa sarà la sua vendetta.

Lo spettacolo fa parte della rassegna "Anime in scena".

02 Dic 2018
  • piazzale Asia, 6 - Catania
  • 18:15
FREE ENTRY

PROSSIMI EVENTI


Salva sul calendario

0