EtnaBook – Festival Internazionale del libro e della cultura

Dal 19 al 21 settembre, a Catania il primo EtnaBook - Festival Internazionale del libro e della cultura.

La parola è l’arma più potente che abbiamo, usiamola bene. È questa la dichiarazione che racchiude la tematica 2019 scelta dal direttivo organizzativo di EtnaBook - Festival Internazionale del libro e della cultura di Catania.

Il tema dell’antifascismo assume una connotazione particolarissima che pone un quesito la cui risposta deve essere seguita da un’azione culturale. In questo particolare momento storico, parlare di antifascismo è un atto tanto importante quanto contemporaneo. Le parole hanno il potere di creare emozioni e, di conseguenza, anche paure. Perciò, è necessario fondare presidi culturali i cui linguaggi possano produrre fiducia, speranza, conoscenza e libertà.

Etnabook nasce con l’idea, la voglia e l’ambizione di perseguire principi di condivisione di idee e di spazi attraverso la potenza espressiva ed evocativa dei libri, ma anche dei luoghi a essi consacrati: librerie e biblioteche. I tanti incontri con autori, editori, librai, studenti e appassionati saranno uno stimolo per dialogare, riflettere e anche divertirsi, ma soprattutto per impegnarsi tutti insieme per la tutela e la salvaguardia dei valori democratici.

All’interno della manifestazione, oltre agli incontri saranno previste mostre, proiezioni, anteprime, un laboratorio di scrittura, il contest “Un libro in una pagina” e, in ultimo, ma non per importanza, il concorso letterario “Etna Book - Cultura sotto il vulcano” (premiazione prevista durante la serata di apertura del festival).

A presiedere la giuria tecnica del concorso letterario, personaggi del mondo dell’editoria e della cultura nazionale e internazionale: Sal Costa (autore e produttore di testi musicali), Nunzio Famoso (docente dell’Università degli Studi di Catania), Salvatore Massimo Fazio(scrittore, filosofo e psicopedagogista), Maria Teresa Papale (giornalista), Milena Privitera (autrice e giornalista), Debora Scalzo (scrittrice e sceneggiatrice cinematografica) e Samantha Viva (autrice e giornalista).

La serata inaugurale del 19 settembre sarà presentata da Margherita Ingoglia e Simone Rausi, due giovanissimi esperti del mondo della letteratura e non solo. La serata è stata ideata come occasione di premiazione del concorso letterario del Festival, “Etnabook, Cultura sotto il vulcano”, che ha registrato una massiccia partecipazione non solo di autori emergenti, ma anche di candidati Premio Strega, Premio Campiello e InediTO.

Durante la tre giorni si alterneranno presentazioni di libri e confronti dedicati alla tematica della manifestazione, l’antifascismo. Si inizierà con l’incontro di Tino Vittorio dal titolo “Conversazioni sulla figura storica di Nino Milazzo” moderato dal giornalista Daniele Lo Porto. E, ancora, “Nascere in Sicilia” con le considerazioni sulla figura dei partigiani e degli antifascisti con Enzo Russo, moderato dalla giornalista Claudia Torrisi. “Le trappole dell’antifascismo. Alcune cose da sapere per non essere (anti-) fascisti ingenui” sarà, invece, il titolo dell’incontro con Giovanni Magrì moderato da Antonio Coratti.
Nello splendido scenario di Terra di Bò, Viagrande, si assisterà a un confronto con i librai storici siciliani a cura della casa editrice Rossomalpelo. La manifestazione si concluderà con i docenti dell’Università di Catania e Ragusa Antonio Di Grado, Emanuele Fadda e Rosario Mangiameli che, moderati da Mattia Gambilonghi, discuteranno sul tema “Momento storico o tendenza eterna? Il fascismo ai tempi della crisi”.

Un’anteprima nazionale molto attesa quella dello scrittore siciliano Daniele Zito, salito da qualche anno alla ribalta nazionale e internazionale. In occasione della prima edizione di Etnabook, sarà presentato il suo ultimo libro Uno di noi (Miraggi Edizioni) nonché primo evento della ri-nascente Legatoria Prampolini delle sorelle Sciacca. Le altre presentazioni vedranno come protagonisti: Francesco Filippi e Mussolini ha fatto anche cose buone (Bollati Boringhieri); Auschwitz non vi avrà (San Paolo) di Giuseppe Altamore e Guido Hassan; Trattato di anatomia emozionale (Lunaria) di Virginia Caldarella e Andrea Pennisi; La Resistenza italiana negata (Rossomalpelo) di Nicola Musumarra; Katya Maugeri, semifinalista del concorso letterario, che ha ottenuto la possibilità di presentare il suo Liberaci dai nostri mali (Villaggio Maori); Salvo Fleres e il suo ultimo Lo Scialacuore di Florio (Officina della Stampa); Emanuela Ersilia Abbadessa con È da lì che viene la luce (Piemme); Matrimonio siriano, un nuovo viaggio (Rubbettino) di Laura Tangherlini; La Sicilia nel cuore (Algra) di Milena Privitera; Domani di Paolo Sidoti; Fausto Pirrello Nonseum (Scatole Parlanti) e, infine, L’altra luna (Splen) di Irene Giuffrida.

Grande rilievo sarà dato anche alle case editrici indipendenti. Infatti, nel cortile della CGIL di Catania ogni giorno dalle ore 18.00 alle 23.00 sarà presente “Lo spazio editori”, un luogo in cui poter incontrare e conoscere a 360° le iniziative degli editori siciliani Splen, Lekton Edizioni e Libri creativi per tutti.
Inoltre, saranno presenti due esposizioni visitabili gratuitamente durante i tre giorni del Festival. La prima sarà una vera e propria Art Call dal titolo “L’Antifascimo nella nona arte” organizzata da Davide Di Bernardo e Agnese Maugeri. Si tratta di un contest che vedrà diversi illustratori dare voce tramite l’arte al loro concetto di antifascismo. E, ancora, l’esposizione conterrà un’accurata selezione di stampe dal titolo “Marvel Comics – 80 anni di antifascismo”.
La seconda esposizione sarà dedicata ad alcune stampe provenienti dal libro “Trattato di anatomia emozionale” di Virginia Caldarella e Andrea Pennisi. Una performance che unisce disegno, parole, musica d’improvvisazione, teatro, video arte e arti performative.

Ad arricchire il programma, anche un solido connubio letteratura e cinema tramite una selezione di film sulla tematica antifascista a cura dell’associazione culturale Diry Dozen e proiettati in uno dei punti nevralgici culturali della città: la Biblioteca regionale di Catania. A confermare questo connubio sarà anche il concorso Booktrailer che ha visto una grande partecipazione e i cui finalisti, che si contenderanno i primi posti della classifica, saranno proiettati nella serata conclusiva del Festival.

19 Set 2019
21 Set 2019
  • Catania - Catania
  • 09:00
FREE ENTRY

PROSSIMI EVENTI

  • Non ci sono eventi in questa posizione

  • Salva sul calendario

    0