“Pest(e) a Buda, Battaglia per la Groenlandia” a Catania

Dal 19 al 22 ottobre 2023, Zō Centro Culture Contemporanee ospita lo spettacolo Pest(e) a Buda, Battaglia per la Groenlandia.

Come in un flusso di coscienza denso di trascorsi passionali e significativi, avvolto in un ambientazione dalle tinte punk-gotiche ed intersecato da lampi che rimandano a finestre sull'attualità, la struttura narrativa di quest'opera teatrale è quella del monologo, dove l'interpretazione dell'attore è sostenuta sia da una corposa presenza testuale sia da un utilizzo del movimento corporeo che fa approdare lo spettacolo in certi momenti alla dimensione del teatro-danza. La volontà è quella di sanare la frattura tra il testo e la scena o se vogliamo, tra la forma e il contenuto, tra la condivisione e la comunicazione, tra l'energia e l'informazione.
In questa inquadratura il protagonista è Amleto, o meglio ancora, post-Amleto: una figura trasformativa, un personaggio metafora che rimanda ad una fuga dal "mondo artificiale" per compiere un ritorno all' "uomo vero" e mediare ad un futuro-presente troppo esasperato, veloce e macchinizzato, apatico, nichilista e crudele, che allontana sempre di più l'uomo dalla sua anima umana e quindi dalla verità. In questa prigione corporale Amleto è vittima della sua vendetta, ne è schiavo: è la macchina che lo guida in azioni violente che però lui non vuole più compiere. "Io non voglio vendicarmi più".
Da questa maglia nera, da dove però passano dei raggi di luce, gli elementi scenici descrivono un ambiente metropolitano che racchiude in sé i contorni dei bassifondi di una città moderna con dei richiamo pubblicitari, seppur non espliciti, provenienti dalle più sofisticate multinazionali moderne, fino alla presenza di contrappunti anacronistici medioevali.
L'attrezzo di scena qui diventa utile alla drammaturgia e l'azione scenica diventa azione trasformativa attraverso le combinazioni tra l'attore, l'oggetto e la musica.

Lo spettacolo è ripartito in cinque quadri, come nella tragedia greca o come nel teatro elisabettiano; quadri che scandiscono il tempo e modulano l'intensità emozionale da quadro a quadro e dal primo all'ultimo quadro.
Amleto, in questa messinscena oscura, "nel cuore delle tenebre", è come una luce di speranza in un mondo buio e tagliente. Questa luce è ancor più rafforzata dalla presenza della voce di Ofelia, che pur ella si adopera a cambiare se stessa, aiuterà Amleto nel suo percorso.

Di e con Paolo Toti
Produzione REBETIKO PRODUZIONI - Catania
Categoria: Teatro/Danza, Drammaturgia Contemporanea
Durata 70 min.

ORARI
Giovedì19 19:30
Venerdì 20 21:30
Sabato 21 17:30
Domenica 22 19:30

Biglietti online:
intero € 12,00
ridotto € 10,00

19 Ott 2023
22 Ott 2023
  • intero € 12,00
  • ridotto € 10,00

PROSSIMI EVENTI

1 2 3 4 5 6 7 8
teatro

Salva sul calendario

0